Radio Sette, Radio sette Lidi, radio 7 Lidi

 

Radio Sette - Radio Sette Lidi

 

Radio 7

Nel 1982, a seguito di alcune incomprensioni interne fra i soci fondatori di Radio Lidi, Sauro Fioravanti propose l'idea di fondare una nuova radio e convoc˛ tutti gli speackers e nuovi futuri soci, presso la allora discoteca "Why Not"  di San Giuseppe per valutare chi sarebbe stato disposto a seguire questa nuova iniziativa.

 Qualcuno pens˛ bene di fare una "spiata" a Carlo Veludo, che arriv˛ comprensibilmente arrabbiato, licenziando in tronco i partecipanti, anche se, come nel caso mio, la presenza a quella riunione era dovuta solo al fatto di essere stato invitato. 

Conseguentemente a questo fatto doloroso, anche io aderii alla nuova emittente e aiutai tecnicamente i fondatori, Sauro, Arsenio Bergami, Oscar Tugnoli (in seguito divenuto uno stimato pittore scultore) all'installazione di antenne e trasmettitori, per lo pi¨ autocostruiti.

L'emittente aveva gli studi Al Lido delle Nazioni, in una villetta sul Lungomare Italia, pi¨ o meno di fronte alla capanna di Garibaldi

Si trasmetteva dalla sede con un ponte di trasferimento sui 228 MHz  che pilotava il trasmettitore locale principale, situato sul terrazzo di un palazzo di sette piani.  Nonostante 400 Watt e un ottima antenna collineare a dipoli semplici (molto simile ad una "Aldena" ) e accoppiatore solido, costruiti abilmente da Arsenio Bergami, sulla frequenza di 91,950 MHz (successivamente spostati a 100,900), faticava a coprire i Sette Lidi.  Per questo motivo vennero installati altri 2 ripetitori, uno posto al Lido di Spina, su un palazzo di 4 piani subito a ridosso del Canale Logonovo, sui 100,500 MHz con 100 watt e un secondo sul tetto della discoteca Topkapy sulla strada Romea, che con i suoi 400 watt sui 95 MHz, copriva stranamente una zona piuttosto vasta, nonostante la scarsa altezza dal suolo.

Venne anche installato un ripetitore a Rocca delle Camminate (FO) sui 95,500 MHz che permetteva l'ascolto anche in Romagna Forl', Cesena, Milano Marittima, Ravenna, ecc ecc.

Nello studio si utilizzava un mixer e equalizzatore da discoteca, da me modificati, un compressore di dinamica costruito sempre da me, oltre alle classiche apparecchiature dell' epoca. 

Gli speackers erano pochi,  il sottoscritto Gianluca Mari, Giusi, Mariella, Bruno Calderoni.

La Radio con sede all Lido delle Nazioni ebbe vita breve, io fui richiamato presto a Radiolidi, mentre poco dopo la stessa venne acquisita dalla cooperativa di Radio Sette Lidi. 

In pratica gli ascoltatori non se ne accorsero, ma Radio Lidi, pur mantenendo frequenze e speakers storici, era diventata in pratica l'evoluzione di Radio Sette, che infatti aggiunse le sue frequenze come ulteriori ripetitori per un breve periodo di transizione

Probabilmente per questi motivi, in pochi ricorderanno l'esistenza di questa piccola radio che comunque entr˛ di diritto nella storia della radiofonia locale dei Lidi Ferraresi. 

 

 

 

www.MariTV.net

Back

Home

eXTReMe Tracker