Forum Radio e TV Private locali amatoriali FM AM, dagli anni 70 ad oggi - Radio, Internet e Web radio
Forum Radio e TV Private locali amatoriali FM AM, dagli anni 70 ad oggi

Forum Radio e TV Private locali amatoriali FM AM, dagli anni 70 ad oggi
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
 Tutti i Forum
 Radio private (radio libere anni 70) TV Radio Trasmissioni - parliamone
 hardware, software, internet, web radio
 Radio, Internet e Web radio
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

gianchi
Nuovo Utente



Regione: Marche
Prov.: Pesaro-Urbino


3 Messaggi


Inserito il - 24/01/2021 : 18:41:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di gianchi Invia a gianchi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Colgo l'occasione per presentarmi con un racconto abbastanza dettagliato delle mie esperienze: in radio (private), come webmaster (autodidatta) e in ultimo ritornare alla radio (webradio).
Bè, certo, per chi ha voglia di leggere, non è un racconto di poche parole, pertanto è consiglio di mettervi comodi e prendervi il tempo
necessario per leggere questa mia esperienza.
Diciamo che la passione per la radio è iniziata nello stesso periodo in cui ho ricevuto il mio secondo motorino, pertanto sui 15 anni di età. Mio padre aveva un negozio di mobili usati, in quel periodo non c'erano molte aziende nel settore che producevano il nuovo, pertanto i mobili più abbordabili per le tasche degli italiani erano i mobili usati. La prima volta che vidi una radio è stato nel negozio di mio padre, erano radio enormi (immagine sul mio sito) e non ne aveva poche, pertanto passavo da una radio all'altra ad ascoltare quello che dicevano i conduttori. Questo è stato il primo vero impatto con la radio. Pochi anni dopo aprì la prima radio cittadina (stereo Pesaro 103) è stata una novità e chi come me già subiva il fascino della radio, non poteva non ascoltare questa che trasmetteva dalla città dove abito ancora, in quel periodo ne sono nate altre me ne ricordo una di Rimini che si chiamava Radio Castello.......mai più sentita dopo poco tempo anche perchè il proliferare delle frequenze senza controllo disturbavano quelle più lontane. Ma torniamo alla mia esperienza. Visto e considerato che la radio mi dava una così tanta emozione, ho chiesto a stereo Pesaro se si poteva andare a visitare la radio, la risposta positiva ha così dato una spinta al mio desiderio di avere una radio propria (a quel tempo non c'era una legge specifica, era tutto abusivo) pertanto mi sono recato in un negozio di elettronica a Pesaro (Elettronica Marche del compianto Galliano) che qualsiasi cosa avevi te lo sistemava. Ho chiesto proprio se aveva un trasmettitore per fare una radio, lui mi procurò quelle che adesso sono chiamate radiospie, un piccolo trasmettitore fm da 88/108 da solo mezzo watt. Quella volta erano in scatola di montaggio, mi spiegò i colori delle resistenze come andavano saldate nella piatra ed ecco costruito il primo trasmettitore della mia radio personale, ci aggiunsi una antenna ground-plane per l'fm tarata mi sembra sui 104 e via con la musica attraverso due altoparlanti che la piccola microspia riceveva attraverso un microfono incorporato nella piastra. Non contento di così poca potenza, mi rivolsi ad un altro negozio sempre di pesaro
(Morganti) dove mi vendette un trasmettitore da bem 3 watt. Bene, con quei 3 watt coprivo ben oltre 2 quartieri della città di Pesaro. Ora questa è da ridere...... una sera, mentre ascoltavo Radio Urbino Montefeltro che a Pesaro si riceveva sui 92,7 e sapevo che trasmetteva da Urbino sui 103.3 smanovrando nel trasmettitore mentre cercavo di portarmi sui 103.3 sperando di coprire il loro segnale, sui 92.7 tutto ad un tratto si sentiva la mia musica.......caspita si sente la mia radio. Apro una piccola parentesi ricordando che all'epoca molte radio usavano come ponte una frequenza normale per inviare il segnale ad un altro ponte, mentre poi sono passati alle microonde, poi si sono evolute fino ad oggi con sistemi che addirittura il tecnico riceve un sms se un trasmettitore si ferma. Ma torniamo al mio racconto. A quel tempo Radio Urbino Montefeltro era una radio che copriva ben oltre tutta la provincia di Pesaro, ed aveva ben 3 studi di trasmissione: Urbino, Montegrimano, Piandimeleto. Perchè non chiedere se fossero interessati ad uno studio a Pesaro? Temporaneamente mi invitò il Presidente (Giovanni) della radio (era una cooperativa e la radio era di proprietà della chiesa di Urbino) a fare esperienza nello studio principale, ovvio che io accettai con gioia. Adesso per non dilungarmi in precisazioni in cui per causa di alcune persone non lungimiranti, hanno tolto il comando al Presidente (Giovanni) per mettere un giovane molto vicino alle alte sfere per migliorare la radio...........si, in un anno la radio ha chiuso vendendo le frequenze per pochi spiccoli che se aspettavano l'hanno dopo con la legge Mammì potevano prendere tanto di più, ma veramente tanto, ma l'esperienza non la puoi comprare con le conoscenze. Nel frattempo io mi sono fatto esperienza a Radio Studio 94, Radio Punto, Radio Antenna 3.......... tutte chiuse. Allora che faccio adesso? Era il tempo in cui stava nascendo Internet, a quel tempo per avere internet a casa, o usavi il telefono o navigavi in internet, le due cose insieme non potevi farle, se non acquistare una linea dedicata per internet. Tralasciamo i primi anni quando ancora non c'era nemmeno Google, a quel tempo il motore di ricerca più famoso era Altavista seguito da Libero e Virgilio, poi come hanno fatto a perdere la prima posizione al mondo e lasciarla a Google questa è da fare delle ricerche a cui non sono interessato.
Torniamo al mio racconto. Avendo finalmente internet a casa senza bisogno di staccare il telefono, mi dedicai allo studio di come creare siti internet. Chiunque può riuscirci basta avere costanza e leggere tutte le informazioni che si trovano ancora su un sito gratuito che c'è ancora ovvero html.it Io sono partito da questo sito, non ho fatto corsi, ma ho letto centinaia di pagine a cui devo tutto quello che ho imparato, poi sono passato all'asp linguaggio di casa microsoft, non ho studiato il php e non mi interessa, infatti ogni pagina dei miei siti è fatto in asp.
Per chi non lo sapesse, il linguaggio asp e php sono linguaggio da parte server in cui gli script (sono veri programmi) hanno il compito di generare delle risposte in base alla richiesta che un utente fa su una pagina, questo forum (che è uguale ad uno dei mei siti) è in asp collegato ad un database in cui viene registrato tutto quello che ogni utente scrive. Poi sono passato a creare script personalizzati in asp in cui sono riuscito a creare pagine senza caricarle attraverso l'ftp ma vengono generate attraverso un form con pagine protette da nome utente e password. Ora torna la passione della radio. Visto e considerato che "il primo amore non si scorda mai" credete veramente che io sia rimasto indietro e non sia tornato alla radio? Ci mancherebbe, mi sono costruito il mio sito web della radio con un nome che doveva arrivare alle orecchie di chiunque qui a Pesaro. Qui a Pesaro cosa ricorre annualmente?
Prelevo la dicitura dal sito del Rossini Opera Festival:
"Il Rossini Opera Festival è un ente autonomo che promuove l'omonima manifestazione lirica internazionale interamente dedicata a Gioachino Rossini."
Bene, il nome della radio doveva riportare il nome di Rossini.
Ecco che allora ho creato Radio Rossini.
Inizialmente l'ho realizzata che trasmetteva musica classica, per ben 2 anni, poi il sito "Radionomy" a cui ero appoggiato per lo streaming, disse che dal 2020 la parte SIAE E SCF ci doveva pensare chi gestiva la radio, mentre prima gli accordi erano che ci pensavano loro, ma potrete trovare in rete ogni info.
Poi ho trovato un altro server anche questo gratuito che pensano loro a SIAE E SCF in quanto hanno loro delle cooperazioni a livello internazionale. Infatti ci sono varie radio Italiane che si appoggiano a questo portale Tedesco, a cui lo stesso portale ha delle collaborazioni a livello sempre internazionale con costruttori di ricevitori per web radio. Tratto dal loro blog:
"Alexa, chiedi a laut.fm qual è il nome di questa canzone!
Secondo fm, Amazon migliora il riconoscimento del nome della stazione"
Ma sono anche in possesso di alcuni CB, a cui ho dedicato anche una pagina sul mio sito della radio.

La passione della radio non muore mai.
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum Radio e TV Private locali amatoriali FM AM, dagli anni 70 ad oggi © 2000 - 2018 Gianluca Mari Torna all'inizio della Pagina
| Radio FM Libera | Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000

eXTReMe Tracker